lupodellanotte
assenzadiemozioni:

neracomeloceano:

curamilanima:

nient-altrochenoi:

ventiduezeronovenovantasei:

nessunosiaccorgedelmiodolore:

immafighternow:

acuorespento:

uragani—dentro:

chiusaunaportasiapreunabirra:

imsorrypeople:

deepinmyboness:

assenzadiemozioni:

(assenzadiemozioni on tumblr)

CiaoBuonanotteVaffanculo.

STRONZA

Sei il mio idolo 

Stima


Bonjour le fiorellin

"Ciao, buonanotte, vaffanculo." AHAHAHAHAH

Tanta stima.

Che cosa triste ahahaha

te se ama

Sposamose


Miao.

assenzadiemozioni:

neracomeloceano:

curamilanima:

nient-altrochenoi:

ventiduezeronovenovantasei:

nessunosiaccorgedelmiodolore:

immafighternow:

acuorespento:

uragani—dentro:

chiusaunaportasiapreunabirra:

imsorrypeople:

deepinmyboness:

assenzadiemozioni:

(assenzadiemozioni on tumblr)

CiaoBuonanotteVaffanculo.

STRONZA

Sei il mio idolo 

Stima

Bonjour le fiorellin

"Ciao, buonanotte, vaffanculo." AHAHAHAHAH

Tanta stima.

Che cosa triste ahahaha

te se ama

Sposamose

Miao.

ricordounbacio

uraganidistrutti asked:

a me piacciono tutte le cose che scrivi. grazie mille! mi renderebbe stra felice!

ricordounbacio answered:

Ci siamo conosciuti su Tumblr, un social network che mi ha reso quello che sono.

Ho sempre provato a cercare l’amore in qualcuno pur sapendo che prima poi sarebbe arrivato e che non c’è bisogno di continuare a cercarlo come se fosse una caccia al tesoro.

Non credo nelle promesse, nel “per sempre” o nell’amore, ma credo che solo una volta nella vita ci si innamori di un’ altra persona.

Difficile da pensare, vero? “Non credo più nell’amore”.

Troppe delusioni, questo è il vero motivo per la quale non ci credo più e anche per il fatto che ogni volta che mi lasciavo andare, quello che soffriva di più tra i due, ero solo io.

Ci siamo conosciuti su Tumblr, un social network che mi ha reso quello che sono.

Mi scrisse lei, dicendomi che avevo un bel sorriso e che le storie che scrivevo le piacevano.

Cominciammo a scriverci attraverso FanMail finchè un giorno non decisi di lasciarle il mio numero.

"Eccomi" mi scrisse per telefono.

Stavo cercando di uscire da una storia con una ragazza, mai iniziata, che pensavo potesse essere quella giusta, ma come tutte le illusioni che immaginavo e vivevo, si era resa tale anche questa.

Parlammo tanto quella sera, non ricordo esattamente di cosa o di chi, ma parlammo tanto e da allora, ci scriviamo ogni giorno.

Lei non smette mai di ripetermi quanto le piace il mio sorriso ed io non smettevo di ripeterle quanto è fottutamente bella.

È circa una settimana che ci scriviamo per telefono, forse anche meno.

Mancava qualcosa, non in lei, ma nella conversazione.

Non avevo mai sentito la sua voce mentre lei si, ma solo perchè tempo fa pubblicai delle note audio su Tumblr.

Mi chiese di farle una registrazione vocale per sentire nuovamente la mia voce, iniziò tutto da quel messaggio e ve lo assiciuro che è stata la mia morte.

Nella registrazione che feci con molto, moltissimo imbarazzo, le dissi “non so cosa dire” e chiusi con una risata stupida.

Ovviamente chiesi anche a lei di farmi una registrazione e lei con molta esitazione e dopo un’infinità di messaggi dove la imploravo, me la fece.

"Bau bau bau" disse solo queste tre parole e fece una risata, come la mia, alla fine.

Le chiesi se fosse stato possibile metterla come suoneria, perchè era una voce che mi tranquillizzava e che per quanto assurdo può sembrare e per quanto io mi trovassi in mezzo a tantissime persone, mi faceva sentire protetto.

Una voce che mi proteggeva, la sua voce, mi ha fatto sorridere e non parlo di un sorriso di quelli fatti solo per dimostrare che va tutto bene, era un sorriso vero.

Come tutte le storie belle, abbiamo anche noi un problema.

La distanza.

Io e lei abitiamo a circa 150 chilometri di distanza e questo mi fa paura, ma quando la vedo, la sento o guardo i video che mi ha mandato questo pomeriggio, me ne fotto.

Me ne frego e sto bene con lei, con me e di quei fottuti numeri che ci dividono, non ne sento nemmeno l’ombra.

Sarà dura, difficile e credo che se ci sarà mai un “noi”, sarà il noi più difficile che io abbia mai vissuto.

Forse la mia nuova paura, è lei.